Le potenzialità dei social network applicate alla scuola

Utilizzati soprattutto come luoghi virtuali di condivisione di amicizie e di interessi comuni, i social network possono in realtà essere degli importanti strumenti a disposizione delle scuole. Grazie alla familiarità che i ragazzi in età scolare hanno con i diversi social network, soprattutto con il colosso del web Facebook, il loro impiego per fini didattici può essere un valido mezzo per avvicinarli alla scuola e per facilitare la comunicazione tra gli alunni, gli insegnanti e le istituzioni.

Gli stessi genitori potranno inoltre avere facilmente accesso alle informazioni relative alle scuole frequentate dai propri figli e potranno venire a conoscenza, in maniera trasparente, delle attività didattiche svolte quotidianamente in classe dagli insegnanti.

Certo è fondamentale, se la scuola intende coinvolgere i minori e gli adolescenti svolgere in classe un percorso di educazione ai media e ad un uso consapevole del web così da dotare i ragazzi (ma anche il corpo docente e perchè no i genitori) degli strumenti per utilizzare i social network ed il web al meglio e senza incorrere in esperienze negative o pericolose!

Tra i 4 possibili modi di utilizzare Facebook da parte della scuola rientrano quindi:

  • Strumento di condivisione del sapere
  • Supporto alla didattica
  • Informazioni logistiche sulla scuola
  • Comunicazione con i genitori

Supporto didattico e comunicazioni a studenti e genitori

Spesso considerato puro passatempo e luogo virtuale dedito ad attività frivole, Facebook può in realtà essere usato come un valido supporto all’apprendimento.

Tramite Facebook la scuola può condividere liberamente materiali e contenuti didattici non protetti da copyright, facilitando in tal modo la libera circolazione del sapere. Lo stesso social network può inoltre diventare, all’interno della scuola, spazio di discussione e condivisione, in cui è possibile apprendere in maniera stimolante potendosi confrontare non solo con gli insegnanti ma anche con i compagni di scuola. L’apertura della scuola alla rete e al nuovo mondo digitale sarà senza dubbio in grado di accorciare le distanze tra le istituzioni e i ragazzi del 21° secolo, sempre più proiettati verso esperienze di tipo virtuale e verso la condivisione dei contenuti on line.

Le funzioni di Facebook sono inoltre un valido e rapido modo per inviare comunicazioni agli studenti e ai genitori, in modo che questi ultimi possano seguire da vicino il percorso didattico dei propri figli e i principali avvenimenti che riguardano la scuola.

Sicurezza e utilizzo responsabile dei social

Oltre che per fini prettamente didattici e informativi, il connubio tra social network e scuole è anche importante per indirizzare i ragazzi verso un loro utilizzo sicuro e responsabile.

Lo dicevamo all’inizio di questo articolo, è fondamentale educare all’uso responsabile dei social network e della rete!

Tale aspetto è stato ad esempio considerato fondamentale in New Jersey dove, per l’anno accademico 2014/2015, la legge ha sancito l’obbligo da parte delle scuole di fornire agli alunni indicazioni necessarie ad un uso responsabile dei social media, al fine di fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per un loro utilizzo sicuro e di mostrare quali possono essere invece le conseguenze negative di un loro impiego sbagliato. Gli insegnanti sono quindi chiamati a svolgere anche nell’era digitale, e sempre in collaborazione con i genitori, il loro ruolo di guida e di orientamento a loro tradizionalmente affidato.

Segnaliamo infine questa bella iniziativa di media education: “Sconfiggi i #SuperErrori del Web con Generazioni Connesse, Centro Italiano per la Sicurezza in Rete coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”