Gli Youtubers sono un fenomeno sociale, tra i giovani ma anche tra i meno giovani, il segreto? Un pubblico fidelizzato e “fedele”, tanti Youtuber sono oramai più simili a veri e propri BRAND piuttosto che ad “artisti” del video. Un fenomeno (quello della “brandizzazione” di artisti e personaggi dello spettacolo) sicuramente non nuovo, basta pensare ai grandi fenomeni del Pop internazionale (Madonna, Lady Gaga ecc.) che sono vere e proprie aziende dal fatturato ultra milionario.

YouTube: la piattaforma video e la figura dello Youtuber

YouTube è come un grande contenitore all’interno del quale chiunque può caricare i propri contenuti creativi. Su YouTube si trova veramente di tutto: video tutorial, video fai da te, video divertenti, webseries, pubblicità, recensioni/critiche di film, video che mostrano come fare una determinata cosa, video di videogames, video di ricette  e tanto altro, per tutti i gusti e le età.

È in questo contesto che nasce la figura dello “Youtuber”, una persona che cerca di esprimere sé stessa e la propria creatività tramite dei video caricati sulla piattaforma, al fine di trasmettere un proprio messaggio.

Negli ultimi anni, il numero degli Youtubers è cresciuto in maniera considerevole, e alcuni di essi possono vantare di contare centinaia di migliaia di fan, giovani e meno giovani, pronti a partecipare ai loro raduni o, addirittura, ad acquistare i prodotti da loro promossi, i più fortunati con i loro video mettono in piedi veri e propri business.

In particolare giovani e giovanissimi seguono e fanno diventare uno (od una) youtuber dei veri e propri personaggi famosissimi (ma anche i meno giovani) qui per esempio una lista degli youtubers italiani più famosi tra i ragazzi nel 2016:  http://bit.ly/2kWmGQZ con migliaia e migliaia di fedeli seguaci!

È dunque così che la figura dello Youtuber può diventare, per chi lo è, un vero e proprio lavoro, con uno stipendio ottenuto grazie alla partnership di YouTube e altre occasioni di guadagno promosse dall’agenzia che gestisce l’immagine e la presentazione dello Youtuber.

Sono infatti molte le agenzie che, resesi conto dell’influenza che certi personaggi hanno sul web, hanno deciso di seguirli e affiancarli nelle loro apparizioni in pubblico.

Uno Youtuber può, oramai, essere equiparato a un personaggio televisivo la cui sola presenza è in grado di muovere migliaia di persone. Non è un caso se sono stati anche girati dei film i cui attori altro non erano che giovani Youtubers.

Uno degli aspetti fondamentali che ha portato alla nascita di questo fenomeno è il progressivo abbassamento della barriera tecnologica nel fare video, oggi anche con poche decine di euro è possibile acquistare WebCam che possono consentire di realizzare video ottimi per il canale Youtube (o per essere pubblicati su Facebook), anche a livello Software ci sono molti programmi accessibili per fare semplici editing video o per aggiungere scritte ed immagini ai video.

Per non parlare di programmi come CAMSTASIA (ma facendo una semplice ricerca sul web o cercando tra gli articoli del mitico Salvatore Aranzulla, troverete tantissime alternative anche Free) che consentono di registrare lo schermo e quindi consentono per esempio ai ragazzini di registrarsi mentre giocano al videogame del momento!

L’influenza che gli Youtubers esercitano sul loro pubblico

Il pubblico degli Youtubers tende a identificarsi nei loro idoli, e l’influenza mediatica delle webstars non passa inosservata agli occhi delle aziende.

È probabilmente il modo di fare degli Youtubers che attira gli adolescenti, principali fruitori della piattaforma. Gli Youtubers sono perlopiù giovani, in genere hanno la stessa età o pochi anni in più degli adolescenti, ed è per questo motivo che i giovani sono così portati a seguire gli Youtubers, identificandosi in queste figure che, per loro, divengono dei veri e propri idoli.

La comunicazione che lancia uno Youtuber è semplice e diretta; nonostante le ore di montaggio che si richiedono per un video di qualità, lo Youtuber che “accende la telecamera e si riprende” trasmette un messaggio di semplicità e complicità al suo giovane pubblico. Sembra incredibile, ma alle volte piuttosto di un elaborato e complesso spot, il messaggio arriva più chiaro se a dirlo è una persona che parla davanti a una telecamera.

Questo è un altro dei motivi per i quali molte aziende hanno iniziato a collaborare con gli Youtubers per proporre il proprio prodotto tramite i video della webstar; non è infatti raro vedere video di Youtubers in cui questi ultimi, durante lo svolgimento del loro classico video, parlano di un prodotto che stanno usando e lo presentano al loro pubblico.

Risulta dunque evidente come la popolarità di alcuni Youtubers possa essere sfruttata per promuovere svariati prodotti: il pubblico degli Youtubers è decisamente più fedele a loro, mentre un veloce e rapido spot non potrà mai godere della stessa fiducia e interesse del pubblico di uno Youtuber, che ha costruito un rapporto con chi lo segue nel corso degli anni.