La cattiva notizia è che il tempo vola. La buona notizia è che siamo noi i piloti

Come evitare di distrarsi con lo smartphone

Ha fatto discutere la recente apertura del Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, all’utilizzo degli smartphone come supporti didattici a scuola. Le critiche alla proposta sono piovute copiose. Il tema è noto: gli smartphone distraggono? Cosa fare? Chi non si è trovato, dopotutto, almeno una volta a discutere del distrazione da telefonino o della dipendenza in certi casi, la nomofobia (la paura di restare disconnessi dal proprio cellulare) è oramai una patologia diffusa tra gli adolescenti e non.

Che sia la nostra dolce metà, la professoressa, un genitore durante un pranzo di famiglia, un collega tutti ci siamo prima o poi trovati nelle vesti di vittime e carnefici della ramanzina. Magari a cena dai nostri genitori che stanchi di vederci fissi al cellulare a rispondere all’ennesima chat di WhatsApp o ad una mail di lavoro, si sono scocciati (a ragione)!

Insomma, lo smartphone ci distrae o no?

L’opinione della scienza: lo smartphone distrae? E quanto?

Che il cellulare in qualche modo sia una distrazione non c’è dubbio: molte ricerche e studi hanno dimostrato che controlliamo il nostro telefono almeno 110 volte al giorno.

Alcuni esperimenti, condotti su classi chiamate a svolgere lo stesso compito, ma una con il telefono e l’altra no, sembrano confermare. Il meccanismo in fondo lo conosciamo bene no? Quando si ha un minuto ci collega un attimo, una mail da leggere, uno sguardo ai social network, un post infuocato, ecco un link interessante, alla fine la nostra domenica libera è diventata una domenica su Facebook, l’ora di lezione è bella che finita e le cose che avevamo da fare lavoro rimandate a domani. D’altro canto stare senza significa essere fuori dal mondo oggi. E allora come si fa?

Di solito quello che succede è che cerchiamo di fare più cose contemporaneamente, che sarà una grande capacità nel mondo di oggi, ma è un grande problema quando dobbiamo concentrarci davvero su qualcosa o qualcuno.

L’ansia da connessione mancante

Il problema è appunto che abbiamo paura di rimanere fuori, di perderci qualcosa, per questo anche quando sappiamo di dover prestare la nostra attenzione a qualcosa non ci riusciamo.

Secondo recenti studi il 60% di non non spegne lo smartphone neanche a scuola o durante una riunione di lavoro. Stare senza ci rende nervosi e addirittura un 10% di noi non saprebbe nemmeno che fare senza il suo smartphone…,. E tu? Prova a pensarti per un attimo senza cellulare… e prova a capire quanto ne sei dipendente. Ricordiamo però che lo smartphone è solo uno strumento sta a noi essere in grado di utilizzarlo al meglio, come tutti gli strumenti il cellulare è NEUTRO!

Come evitare di distrarsi con lo smartphone?

Di consigli ce ne sono fin troppi, proviamo a ricordare i più basilari e a indicare anche qualche strumento utile, ovviamente da installare sul vostro smartphone.

Disabilitate le notifiche dei social network. Non servono, sono fastidiose e ci fanno perdere un sacco di tempo

Togliete la suoneria quando siete a lezione o a lavoro. Oltre che una questione di rispetto per chi ci circonda aiuta a dimenticarsi del telefono.

Organizzate bene la vostra giornata, con le cose da fare.

Usate una delle tante strategie di organizzazione, come quella inventata dal generale Eisenehower: prima le cose importanti ed urgenti, poi quelle urgenti ma non importanti, poi le importanti ma non urgenti, infine quelle né importanti né urgenti: vedrete che molte cose che fate con il telefoni rientrano in quest’ultima categoria!

Organizzate le vostre giornate per PRIORITA’ senza lasciarvi prendere dall’ansia dell’urgenza! La mail può aspettare così come le notifiche social!

Gli strumenti che aiutano a non distrarsi con lo smartphone

Ce ne sono diversi, e sono abbastanza funzionali. Ad esempio esistono delle app per bloccare tutto sul vostro pc o telefono. Funzionano così, dovete studiare un’ora? In quell’ora attivate una di queste app in cui avrete segnato i siti da rendere inaccessibili quando l’app è attiva. Non linkiamo simili app volutamente perchè siamo convinti che sia più importante provare a restare concentrati SENZA distrazioni e senza un app che ci blocca il cellulare!

Ricordate? FOCUS sulle priorità!