L’estate è sinonimo di vacanze e tutti coloro che staccano la spina dalle proprie attività quotidiane tendono parallelamente ad allentare la morsa degli impegni e dei passatempi più faticosi, compresa la lettura di un buon libro. Inoltre, la maggior parte dei vacanzieri sente inevitabilmente la necessità di comunicare in tempo reale i propri spostamenti alla propria rete di amici e conoscenti, postando fotografie e stati dalle località più suggestive d’Italia e del mondo. Proprio questi elementi, compresa la distanza da casa e dalla maggior parte dei propri affetti, rischiano di peggiorare la ben nota passione degli italiani per i dispositivi digitali. Tuttavia, esistono alcune regole che possono tornare utili per allentare la dipendenza da smartphone. 

4 consigli per sconfiggere la dipendenza da cellulare

Vediamo qualche semplice consiglio per evitare di stare tutto il giorno attaccati allo schermo del cellulare (a controllare i likes) che speriamo sarà utile ai giovani e ai meno giovani, spesso sono proprio i 40enni i più dipendenti dall’uso dei dispositivi digitali che magari controllano la mail e le notifiche Facebook ogni 5 minuti. Anche perchè le vacanze devono essere importanti momenti per RICARICARE le energie e spesso stare appiccicati al cellulare è solo fonte di stress, e diciamocelo pure, anche se non controlliamo la mail o messanger ogni ora, il mondo gira lo stesso 🙂

Buona lettura e mi raccomando utilizzate i dispositivi digitali sempre con attenzione, come strumenti, mai essere dipendenti dalla tecnologia!

1. Imporsi degli orari

Chi ha una dipendenza da smartphone più o meno grave deve assolutamente imporsi degli orari. Potrebbe essere utile evitare di accendere il telefonino al mattino, oppure aspettare di aver terminato almeno la prima colazione. Evitare di guardare il display del proprio telefono appena svegli e di aprire tutte le app più usate può costituire un primo importantissimo passo verso la risoluzione del problema.

2. Evitare di utilizzare specifiche app

Alcune applicazioni, come Facebook, Whatsapp e tutte le altre chat utilizzabili da smartphone, causano notevoli perdite di tempo, oltre che casi di dipendenza anche piuttosto gravi. Per evitare di trascorre troppe ore al giorno su Whatsapp, piuttosto che godere delle bellezze che la località scelta per le proprie vacanze è in grado di offrire, sarà opportuno utilizzare queste utility in maniera centellinata, magari imponendosi degli orari ben precisi: per esempio al pomeriggio dopo aver pranzato o alla sera prima di coricarsi.

3. Creare degli ostacoli

Una volta tanto è possibile utilizzare le distrazioni a proprio favore. Per curare la propria dipendenza dalla tecnologia, infatti, può tornare utile distrarsi oppure creare degli ostacoli che fungano da deterrente. Qualche esempio? Impostare un codice di sicurezza da dover inserire ad ogni nuovo ingresso, spegnere lo smartphone, eliminare le notifiche dell’account di posta elettronica, silenziare le chat di Whatsapp e Messenger, eliminare la lista dei siti preferiti, cancellare l’app di Facebook. Vi sembrano contromisure esagerate? Fino a pochi anni fa i telefonini consentivano soltanto di telefonare..

4. Imparare ad essere più presenti nelle conversazioni

Uno dei rischi maggiori che corrono coloro che hanno maturato una spiccata dipendenza dal telefonino è la tendenza ad assentarsi dalle conversazioni con amici e conoscenti. Si tratta della peggior conseguenza della mancanza di concentrazione e di attenzione cui si va incontro utilizzando per troppe ore al giorno il telefonino. Notifiche, domande, tweet e like ci distraggono continuamente, tanto da non permetterci più di focalizzare l’attenzione su un argomento o una discussione. Non riuscire a concentrarsi durante una lezione o durante il proprio lavoro può sortire risvolti molto negativi, ma è ancora peggio non riuscire più a discorrere con qualcuno. Quella che chiamiamo distrazione, infatti, da alcuni potrebbe essere considerata maleducazione, con il rischio che i nostri interlocutori prendano addirittura ad evitarci.

Buone vacanze, e queste regole, sono utili NON solo in vacanza ma anche il fine settimana  (per esempio) o tutte le volte che decidete di fare una pausa da: notifiche, messaggini, chat online, email, spam ecc.